Curiosità

Il mio Web-Designer

Mi obbliga ad avere un sito. Lui sostiene che ai suoi figli a tre anni gli insegnerà ad usare il computer perché al quarto o quinto anno di vita sarebbe già troppo tardi; a dieci poi rischierebbero di avere dei traumi di disidattamento! Perciò eccovi il mio sito! Più che dare anima ad un robot mi limiterò a perfezionare una nuova idea strabiliante e quando ci incontreremo, due sensori, il vostro e il mio, faranno le presentazioni scambiandosi informazioni e dati importanti. Mi auguro però… se… o quando arriverete all’albergo di potervi stringere la mano.

Spettacoli

In questi ultimi anni si sono svolte diverse cene + spettacolo nell’albergo Zarera.

spettacolo

Skilift

Di fronte all’hotel trovate ora per i più piccoli un agevole Skilift.

skilift

Un po’ di storia

Il Passo del Bernina collegò dall’epoca l’Engadina con la Valposchiavo e la Valtellina. Sembra che nel decimo secolo questo tratto fosse occupato da popolazioni barbare (Saraceni). Le miniere d’argento scoperte nel tredicesimo secolo conferiscono grande importanza al Passo del Bernina che dovette essere ampliato. Dopo l’annessione della Valtellina alle Tre Leghe nel 1512 le relazioni commerciali con la Repubblica di Venezia subirono un notevole incremento. Nel 1620 gli Spagnoli occuparono la Valtellina e gli Austriaci la Val Monastero, ne risultò in tal modo una comunicazione diretta fra i due alleati attraverso il Passo del Bernina. Seguirono vari tentativi di riconquista della Valtellina. Nel 1641 la Valtellina ritornò sotto il dominio dei Grigioni dopo che fu loro riconosciuto e garantito il diritto di mantenere la fede cattolica. Ciò segnò la fine dei cosidetti “torbidi grigioni”. Nel 1815 la Valtellina andò definitivamente perduta per motivi confessionali. Nel 1860 fù costruita seguendo a grandi linee il tracciato della vecchia mulattiera, la carrozzabile del Bernina. Nel 1910 venne aperto anche il tracciato della Ferrovia Retica (www.rhb.ch). A partire dal 1965 il Passo del Bernina é aperto anche d’inverno.

Cattura